#raccontobreve

4,672 posts

Tornata a casa dal lavoro non ce la facevo più, volevo sono entrare nel mio mondo, per questo mi avvicinai alla mia libreria. Ero ancora vestita in modo formale, ma poco me ne importava, presi un libro e mi ritrovai all’interno di una realtà ormai a me conosciuta come vera casa, dove tutto quello che volevo diventava reale, sembrava quasi una realtà parallela che io potevo creare con il solo pensiero, come se fossi in un videogioco. 
Un piccolo cucciolo di drago con le ali rosse stava correndo per poi saltarmi addosso e travolgermi, risi di gusto sperando di non lasciarci le penne proprio oggi. 
Dopo due minuti buoni il cucciolo mi fu tolto di dosso dalla madre e respirai affondo per poi muovere pian piano le mie ali bianche da drago, era la creatura che più mi rappresentava e quindi ho deciso di prendere quelle sembianze e in parte anche del personaggio del mio romanzo, la cosa divertente e che come i miei amici potevano diventare uomini o rimanere draghi, anche io potevo lì. 
La prima volta che capì di questa mia capacità avevo appena pubblicato il mio romanzo, ero super orgogliosa, però toccando la copertina era entrata in una realtà che sembrava quella che avevo sempre sognato. Non mi ero spaventata, anzi, l’ho resa la mia casa e la realtà dove sono me stessa, in ogni cosa. Poi la cosa più bella secondo me è non solo che avevo amici che potevo solo conoscere leggendo, ma anche quelli che guardavo al cinema o in televisione facendoli comparire nel mio mondo. 
Tutto era perfetto, finché non scoprì che questo dono faceva parte di qualcosa di più grande, qualcosa che forse non è tanto bello come sembra.

Questo racconto lo voglio dedicare a @ivysmith_book spero ti piaccia 
#racconto #raccontobreve #raccontofantasy #storiafantasy  #storia #fantasia #fantasy #ali #drago #mondoparallelo #donna #trasformazione #emozioni #amore #scappare #videogioco #pensiero #tempo #casa #branco #ricerca #realtà #cuccioli #lavoro #terra #famiglia #bianco #male #felicità 
Artist: Sara G. in Artstation

Tornata a casa dal lavoro non ce la facevo più, volevo sono entrare nel mio mondo, per questo mi avvicinai alla mia libreria. Ero ancora vestita in modo formale, ma poco me ne importava, presi un libro e mi ritrovai all’interno di una realtà ormai a me conosciuta come vera casa, dove tutto quello che volevo diventava reale, sembrava quasi una realtà parallela che io potevo creare con il solo pensiero, come se fossi in un videogioco. Un piccolo cucciolo di drago con le ali rosse stava correndo per poi saltarmi addosso e travolgermi, risi di gusto sperando di non lasciarci le penne proprio oggi. Dopo due minuti buoni il cucciolo mi fu tolto di dosso dalla madre e respirai affondo per poi muovere pian piano le mie ali bianche da drago, era la creatura che più mi rappresentava e quindi ho deciso di prendere quelle sembianze e in parte anche del personaggio del mio romanzo, la cosa divertente e che come i miei amici potevano diventare uomini o rimanere draghi, anche io potevo lì. La prima volta che capì di questa mia capacità avevo appena pubblicato il mio romanzo, ero super orgogliosa, però toccando la copertina era entrata in una realtà che sembrava quella che avevo sempre sognato. Non mi ero spaventata, anzi, l’ho resa la mia casa e la realtà dove sono me stessa, in ogni cosa. Poi la cosa più bella secondo me è non solo che avevo amici che potevo solo conoscere leggendo, ma anche quelli che guardavo al cinema o in televisione facendoli comparire nel mio mondo. Tutto era perfetto, finché non scoprì che questo dono faceva parte di qualcosa di più grande, qualcosa che forse non è tanto bello come sembra. Questo racconto lo voglio dedicare a @ivysmith_book spero ti piaccia #racconto #raccontobreve #raccontofantasy #storiafantasy #storia #fantasia #fantasy #ali #drago #mondoparallelo #donna #trasformazione #emozioni #amore #scappare #videogioco #pensiero #tempo #casa #branco #ricerca #realtà #cuccioli #lavoro #terra #famiglia #bianco #male #felicità Artist: Sara G. in Artstation - 7 hours ago

12 Likes
2 Comments
0
I mercanti

I mercanti - 7 hours ago

13 Likes
1 Comments
0
- Contro la morte, invece, quale arma si può usare? La medicina? Questa per esattezza è l’arma per la malattia non per la morte. I farmaci curano la malattia, l’antibiotico distrugge i batteri, gli antivirali distruggono il virus, si ha quindi la guarigione. Quello che non si ha con la cura della malattia è la scomparsa dell’angoscia della morte, che permane nel corso dell’esistenza dell’uomo. Quello che probabilmente sta accadendo, in un luogo buio del nostro Io, è il risveglio di quest’angoscia ancestrale -
Continua a leggere nel sito www.btakhu.it o clicca nel link in bio.
••• Come sapete, in questo periodo che molto probabilmente verrà ricordato nella storia del nostro paese, stiamo raccogliendo testi e poesie con tema il Corona Virus, che verranno pubblicati nelle nostre pagine e nel nostro sito ogni sabato. Il giovedì continueremo a pubblicare racconti breve a tema generale. Oggi vi proponiamo un racconto breve con la firma di Lako, "La riscoperta della ritualità" •••
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#shortstory #raccontobreve #quote #citazionedelgiorno #citazione #frasi #bookstagram #bookstagramitalia #bookstagrammer #racconto  #libro #libri #libridaleggere #blog #scrittore #story #fede #papafrancesco #papa #gesto #covid #covid19 #italia #paura #morte #vita #angoscia #rituale #virus #racconto #outline

- Contro la morte, invece, quale arma si può usare? La medicina? Questa per esattezza è l’arma per la malattia non per la morte. I farmaci curano la malattia, l’antibiotico distrugge i batteri, gli antivirali distruggono il virus, si ha quindi la guarigione. Quello che non si ha con la cura della malattia è la scomparsa dell’angoscia della morte, che permane nel corso dell’esistenza dell’uomo. Quello che probabilmente sta accadendo, in un luogo buio del nostro Io, è il risveglio di quest’angoscia ancestrale - Continua a leggere nel sito www.btakhu.it o clicca nel link in bio. ••• Come sapete, in questo periodo che molto probabilmente verrà ricordato nella storia del nostro paese, stiamo raccogliendo testi e poesie con tema il Corona Virus, che verranno pubblicati nelle nostre pagine e nel nostro sito ogni sabato. Il giovedì continueremo a pubblicare racconti breve a tema generale. Oggi vi proponiamo un racconto breve con la firma di Lako, "La riscoperta della ritualità" ••• . . . . . . . . . #shortstory #raccontobreve #quote #citazionedelgiorno #citazione #frasi #bookstagram #bookstagramitalia #bookstagrammer #racconto #libro #libri #libridaleggere #blog #scrittore #story #fede #papafrancesco #papa #gesto #covid #covid19 #italia #paura #morte #vita #angoscia #rituale #virus #racconto #outline - 8 hours ago

15 Likes
0 Comments
0
#racconto #raccontobreve #sabatosera #saturday #saturdaymood #saturdaynight #mondo #word #conquista #conquistadelmondo #racconti #fattodelgiorno

#racconto #raccontobreve #sabatosera #saturday #saturdaymood #saturdaynight #mondo #word #conquista #conquistadelmondo #racconti #fattodelgiorno - 8 hours ago

2 Likes
0 Comments
0
Questa è la bestia #73, l'Angelo (II)
.
Santità, 
sono qui a riferirvi sui risultati dell'indagine effettuata dal tribunale ecclesiastico a riguardo dell'avvistamento del XX/XX del corrente anno, in zona XXXXX, provincia di Chieti. In contrada XXXXX, nel Vallone di XXXXX, alle prime ore della sera, un nostro figliuolo a nome Callo Moreno, manovale, si metteva in strada, a dire il vero sostanzialmente avvinazzato, dalla casa di piacere di Cascine Casone, dove usava spendere il proprio giorno di paga. A vizi conclusi il disgraziato, non avendo recuperato un passaggio, si avvia a piedi. All'angolo tra lo Sterrato di Frecozze e la Via Principe, il Callo si avvicina ad un alberello di ulivo che faceva parte di una teoria selvatica che cresceva lungo il ciglio della strada, con il desiderio di espellere o mingere, non ricorda bene, e al momento dello sbottonarsi i calzoni, nell'atto distratto di chi sorveglia i paraggi, solleva lo sguardo al cielo. In quel momento il Callo vede una presenza nel cielo che più tardi descriverà nel seguente modo: “essere antropomorfo di sostanza grande e luminoso, senza lineamenti particolari, sesso non definito, alato, la sua presenza mi ha trasmesso immediatamente un sentimento di pace interiore.” Prudentemente definiremo questo carattere come “L'Angelo”. A quanto pare il Callo ha la freddezza di fare una fotografia con il cellulare. Nemmeno questo episodio è chiarissimo. Il Callo riferisce che l'Angelo, o il presunto tale, gli chiede di fargli una foto poiché “da dove lui viene non ci sono specchi” e “desidera togliersi lo sfizio di vedersi in faccia almeno per una volta”. Non è ben chiaro come si dilegui l'Angelo, ma il Callo fa pochi altri metri e poi si getta esausto in un fosso per addormentarsi “che il settembre era caldo” e “facendo prima il segno della croce”.
Ora, conoscendo la vostra sensibilità, mi permetto di chiudere questa breve missiva condividendo con lei una domanda: io non avevo mai visto un angelo, Santità, può essere questo un angelo?
.
Illustrazione di @ggian_cay
.
#88bestie #langelo #raccontobreve #73 #biancoenero #bestiario

Questa è la bestia #73 , l'Angelo (II) . Santità, sono qui a riferirvi sui risultati dell'indagine effettuata dal tribunale ecclesiastico a riguardo dell'avvistamento del XX/XX del corrente anno, in zona XXXXX, provincia di Chieti. In contrada XXXXX, nel Vallone di XXXXX, alle prime ore della sera, un nostro figliuolo a nome Callo Moreno, manovale, si metteva in strada, a dire il vero sostanzialmente avvinazzato, dalla casa di piacere di Cascine Casone, dove usava spendere il proprio giorno di paga. A vizi conclusi il disgraziato, non avendo recuperato un passaggio, si avvia a piedi. All'angolo tra lo Sterrato di Frecozze e la Via Principe, il Callo si avvicina ad un alberello di ulivo che faceva parte di una teoria selvatica che cresceva lungo il ciglio della strada, con il desiderio di espellere o mingere, non ricorda bene, e al momento dello sbottonarsi i calzoni, nell'atto distratto di chi sorveglia i paraggi, solleva lo sguardo al cielo. In quel momento il Callo vede una presenza nel cielo che più tardi descriverà nel seguente modo: “essere antropomorfo di sostanza grande e luminoso, senza lineamenti particolari, sesso non definito, alato, la sua presenza mi ha trasmesso immediatamente un sentimento di pace interiore.” Prudentemente definiremo questo carattere come “L'Angelo”. A quanto pare il Callo ha la freddezza di fare una fotografia con il cellulare. Nemmeno questo episodio è chiarissimo. Il Callo riferisce che l'Angelo, o il presunto tale, gli chiede di fargli una foto poiché “da dove lui viene non ci sono specchi” e “desidera togliersi lo sfizio di vedersi in faccia almeno per una volta”. Non è ben chiaro come si dilegui l'Angelo, ma il Callo fa pochi altri metri e poi si getta esausto in un fosso per addormentarsi “che il settembre era caldo” e “facendo prima il segno della croce”. Ora, conoscendo la vostra sensibilità, mi permetto di chiudere questa breve missiva condividendo con lei una domanda: io non avevo mai visto un angelo, Santità, può essere questo un angelo? . Illustrazione di @ggian_cay . #88bestie #langelo #raccontobreve #73 #biancoenero #bestiario - 10 hours ago

218 Likes
1 Comments
0
Tra gli oltre 300 racconti brevi scritti in pochissimi anni da Maupassant, "La Vendetta" è uno dei più forti: ambientato tra Corsica e Sardegna racconta l'amore di una madre verso il figlio e una vendetta da compiere. Raccolto insieme ad altri racconti in questo piccolo volume edito Edizioni Studio Tesi.

#guydemaupassant #lavendetta #edizionistudiotesi #raccontobreve #corsica #sardegna #letteraturafrancese

Tra gli oltre 300 racconti brevi scritti in pochissimi anni da Maupassant, "La Vendetta" è uno dei più forti: ambientato tra Corsica e Sardegna racconta l'amore di una madre verso il figlio e una vendetta da compiere. Raccolto insieme ad altri racconti in questo piccolo volume edito Edizioni Studio Tesi. #guydemaupassant #lavendetta #edizionistudiotesi #raccontobreve #corsica #sardegna #letteraturafrancese - 10 hours ago

27 Likes
0 Comments
0
🐰🐰🐰#Repost @ottantottobestie
• • • • • •
Questa è la bestia #65, lo Spread (III)
.
Alle dieci di oggi il differenziale tra i buoni del tesoro e quelli della banca tedesca ha superato la quota 300, subito la Banca Centrale reagisce acquistando titoli dello Stato per arginare le perdite, ma le borse sono sensibili a questo dislivello ed oscillano pericolosamente portando i compratori a fuggire verso titoli più sicuri. Alle 12.00 l'indice Sturm und Drung è al massimo del mese mentre la Borsa affonda trascinando con sé tutte le altre piazzeforti europee. Molti cavalieri dalle armature benedette provenienti dalle più lontane regioni d'Oriente e d'Occidente si uniscono per discendere nella tana vulcanica del bestione teutonico. Occhi di brace fiammeggiano, soffi sulfurei sciolgono le lance d'argento. La compravendita aumenta, dichiarazioni politiche sembrano aiutare, ma si rivelano sortilegi che affannano gli eroi. Qualcuno dopa il mercato, grandi re riversano i loro eserciti migliori nello scontro fatale. Alle sei di pomeriggio lo spread serpeggiando si ritira nel magma, tirando con sé migliaia di carcasse di paladini e paladine che hanno perso la vita per sconfiggere l'infido drago. Le loro ossa diventeranno arpe splendenti che suoneranno i cantastorie più abili per immortalarne le gesta, giacché anche questa volta è andata, il bene ha trionfato, la borsa ha chiuso in positivo. Broker e venditori si ritrovano per l'aperitivo, ubriachi disegnano lo spread sui tovaglioli dei cocktail. “Sarà così? Sarà cosà? Faccio i teschi, che li so disegnare bene.”
.
Illustrazione di @adalgisamasella
.
#88bestie #65 #Spread #tovagliolidacocktail #eroi #draghi #raccontobreve #biancoenero #bestiario #bestiariodistorie #diariodibestie #mostri #creature #illustrazione #editorecercasi #instagramfadavveroschifo #illustration #artoftheday

🐰🐰🐰#Repost @ottantottobestie • • • • • • Questa è la bestia #65 , lo Spread (III) . Alle dieci di oggi il differenziale tra i buoni del tesoro e quelli della banca tedesca ha superato la quota 300, subito la Banca Centrale reagisce acquistando titoli dello Stato per arginare le perdite, ma le borse sono sensibili a questo dislivello ed oscillano pericolosamente portando i compratori a fuggire verso titoli più sicuri. Alle 12.00 l'indice Sturm und Drung è al massimo del mese mentre la Borsa affonda trascinando con sé tutte le altre piazzeforti europee. Molti cavalieri dalle armature benedette provenienti dalle più lontane regioni d'Oriente e d'Occidente si uniscono per discendere nella tana vulcanica del bestione teutonico. Occhi di brace fiammeggiano, soffi sulfurei sciolgono le lance d'argento. La compravendita aumenta, dichiarazioni politiche sembrano aiutare, ma si rivelano sortilegi che affannano gli eroi. Qualcuno dopa il mercato, grandi re riversano i loro eserciti migliori nello scontro fatale. Alle sei di pomeriggio lo spread serpeggiando si ritira nel magma, tirando con sé migliaia di carcasse di paladini e paladine che hanno perso la vita per sconfiggere l'infido drago. Le loro ossa diventeranno arpe splendenti che suoneranno i cantastorie più abili per immortalarne le gesta, giacché anche questa volta è andata, il bene ha trionfato, la borsa ha chiuso in positivo. Broker e venditori si ritrovano per l'aperitivo, ubriachi disegnano lo spread sui tovaglioli dei cocktail. “Sarà così? Sarà cosà? Faccio i teschi, che li so disegnare bene.” . Illustrazione di @adalgisamasella . #88bestie #65 #Spread #tovagliolidacocktail #eroi #draghi #raccontobreve #biancoenero #bestiario #bestiariodistorie #diariodibestie #mostri #creature #illustrazione #editorecercasi #instagramfadavveroschifo #illustration #artoftheday - 12 hours ago

54 Likes
3 Comments
0
Esco in balcone per sistemare una pianta.
Un gruppo di anziani dice che sono questi stranieri a portare il virus.
Chiudo la finestra del balcone.
Torno in casa.

14:45
Quattroaprile2020

#racconto #raccontobreve #pensierodelgiorno #vitadappartamento #balcone

Esco in balcone per sistemare una pianta. Un gruppo di anziani dice che sono questi stranieri a portare il virus. Chiudo la finestra del balcone. Torno in casa. 14:45 Quattroaprile2020 #racconto #raccontobreve #pensierodelgiorno #vitadappartamento #balcone - 12 hours ago

6 Likes
0 Comments
0
Il testo é molto lungo ma in attesa di farne un video lo pubblico. Se volete leggerlo prendetevi un po’ di tempo 😘 •
•
•
•
•
#scrivere #scrittrice #scrittura #motivazione #scrittoriemergenti #scrittoriitaliani #writer #writing #italia #coronavirus #situazione #futuro #immaginazione #stiamoacasa #racconto #raccontobreve #libro

Il testo é molto lungo ma in attesa di farne un video lo pubblico. Se volete leggerlo prendetevi un po’ di tempo 😘 • • • • • #scrivere #scrittrice #scrittura #motivazione #scrittoriemergenti #scrittoriitaliani #writer #writing #italia #coronavirus #situazione #futuro #immaginazione #stiamoacasa #racconto #raccontobreve #libro - 13 hours ago

13 Likes
4 Comments
0
#racconto #raccontobreve #scrittura #storie #storiebrevi #fantasia #write #read #anima #lettura #soul #book #idee #margherita #sole #sun #felicità #tristezza #sad #happy

#racconto #raccontobreve #scrittura #storie #storiebrevi #fantasia #write #read #anima #lettura #soul #book #idee #margherita #sole #sun #felicità #tristezza #sad #happy - 15 hours ago

2 Likes
0 Comments
0
Questa è la bestia #2, l'Uomo Buco (VI)
.
Di buchi è colmo il mondo. Ed allora perché criticarmi se di buchi mi son riempito il corpo. Sembra, quando passeggio per strada, che i miei concittadini non abbiano mai visto un buco o fessura o pertugio che sia. Sgranano gli occhi e mi fissano. Un atteggiamento che reputo oltremodo maleducato e del tutto fuori luogo. Guardassero la fessa della consorte piuttosto o il fesso del loro cagnaccio e non rompessero la mia anima, che di pesi da sgravare ne ha già abbastanza.
.
Illustrazione di @adalgisamasella
.
#88bestie #2 #Buco #pertugio #fessura #raccontobreve #biancoenero  #bestiario #bestiariodistorie #diariodibestie #creature #catalogo #illustrazione #illustrations #editorecercasi #instagramfadavveroschifo

Questa è la bestia #2 , l'Uomo Buco (VI) . Di buchi è colmo il mondo. Ed allora perché criticarmi se di buchi mi son riempito il corpo. Sembra, quando passeggio per strada, che i miei concittadini non abbiano mai visto un buco o fessura o pertugio che sia. Sgranano gli occhi e mi fissano. Un atteggiamento che reputo oltremodo maleducato e del tutto fuori luogo. Guardassero la fessa della consorte piuttosto o il fesso del loro cagnaccio e non rompessero la mia anima, che di pesi da sgravare ne ha già abbastanza. . Illustrazione di @adalgisamasella . #88bestie #2 #Buco #pertugio #fessura #raccontobreve #biancoenero #bestiario #bestiariodistorie #diariodibestie #creature #catalogo #illustrazione #illustrations #editorecercasi #instagramfadavveroschifo - 16 hours ago

227 Likes
1 Comments
0

1 day ago

1 Likes
1 Comments
0
Quelle ali la stavano uccidendo. Laret le ha riavute indietro, ma era passato fin troppo tempo dalla sua perdita e ora non riusciva più a riabituarsi a riavere ciò che era suo, anche se quel primo volo non è stato tanto faticoso. 
Nel branco lei era la più piccola, ma anche la più combattiva di tutti. Era la piccola dragonessa dalle ali rosa, un colore fin troppo caratteristico per i draghi. Un colore che per molte specie è considerato delicato, in realtà per quelle creature era il sangue diluito nel bianco latte e quel liquido era la linfa vitale per il respiro di gelo, caratteristica specifica per quel gruppo e anche il più raro. 
Laret fin da piccola combatteva al fianco del padre, volava nei cieli con lui, fino a che non si innamorò del nemico: un centauro. Ovviamente la ragazzina era innamorata persa, fino a che quella creatura durante la loro prima unione le strappò le ali con forza bruta facendola svenire, per poi, non si sa per quale gentilezza, farla ritrovare dal proprio branco. 
Secoli erano passati e Laret era diventata un maestoso drago e di conseguenza una donna. Suo padre per la sua maturità quel giorno le regalò le sue ali scarlatte, come dono di saggezza e amore paterno a una condizione: vendetta. 
La prima cosa che fece la donna è stata volare in alto, raggiungere la loro montagna sacra e giurare alla dea della guerra di portare la testa di colui che è stata causa dei suoi mali. 
Errore non fu mai più grande. 
#racconto #raccontobreve #raccontofantasy #storiafantasy  #storia #fantasia #fantasy #ali #drago #centauro #donna #trasformazione #emozioni #amore #vendetta #padre #dono #tempo #maturità #branco #ricerca #dei #montagna #volo #guerra #famiglia #odio #errore #rosa #rosso

Artist: @darkazany

Quelle ali la stavano uccidendo. Laret le ha riavute indietro, ma era passato fin troppo tempo dalla sua perdita e ora non riusciva più a riabituarsi a riavere ciò che era suo, anche se quel primo volo non è stato tanto faticoso. Nel branco lei era la più piccola, ma anche la più combattiva di tutti. Era la piccola dragonessa dalle ali rosa, un colore fin troppo caratteristico per i draghi. Un colore che per molte specie è considerato delicato, in realtà per quelle creature era il sangue diluito nel bianco latte e quel liquido era la linfa vitale per il respiro di gelo, caratteristica specifica per quel gruppo e anche il più raro. Laret fin da piccola combatteva al fianco del padre, volava nei cieli con lui, fino a che non si innamorò del nemico: un centauro. Ovviamente la ragazzina era innamorata persa, fino a che quella creatura durante la loro prima unione le strappò le ali con forza bruta facendola svenire, per poi, non si sa per quale gentilezza, farla ritrovare dal proprio branco. Secoli erano passati e Laret era diventata un maestoso drago e di conseguenza una donna. Suo padre per la sua maturità quel giorno le regalò le sue ali scarlatte, come dono di saggezza e amore paterno a una condizione: vendetta. La prima cosa che fece la donna è stata volare in alto, raggiungere la loro montagna sacra e giurare alla dea della guerra di portare la testa di colui che è stata causa dei suoi mali. Errore non fu mai più grande. #racconto #raccontobreve #raccontofantasy #storiafantasy #storia #fantasia #fantasy #ali #drago #centauro #donna #trasformazione #emozioni #amore #vendetta #padre #dono #tempo #maturità #branco #ricerca #dei #montagna #volo #guerra #famiglia #odio #errore #rosa #rosso Artist: @darkazany - 1 day ago

19 Likes
0 Comments
0
Paranoia: Claire

Come si distingue la fantasia dalla realtà se la linea che le separa svanisce?

Paranoia: Claire Come si distingue la fantasia dalla realtà se la linea che le separa svanisce? - 1 day ago

13 Likes
1 Comments
0
Questa è la bestia #81, Satana che legge una storia (VIII)
.
Mi ricordo da piccolissimo un giorno strano. Era notte, a dire il vero. Volevo andare a dormire, ma, per non so quale bollore d'infante, desideravo sentire una storia, per avviarmi lento come una goccia di latte al sonno. Mio padre, che di solito me le raccontava, era un po' indaffarato di là a smontare un iniettore e mia madre, che con tutto il cuore voleva raccontarmela, soffriva proprio quella sera lì di un calo di ferro e di zuccheri e non riusciva a tenere gli occhi aperti. Rimasi allora al buio con mia madre addormentata sul divanetto e mio padre che faceva risuonare la casa di echi metallici. Non sapevo leggere, e all'epoca ero troppo piccolo per sapere cosa fosse anche sono un libro, una pagina, una frase, una parola. Sapevo solo che volevo una storia. Volevo che qualcuno tirasse fuori un raccontino per me e per le mie orecchie. Lo volevo con tutte le mie piccole forze e lo desiderai così tanto che, non so per quale combinazione di nere stelle, divennero le forze di uno scimmione, di un energumeno, di un gigante. Sentii allora una vocetta buffa buffa, come di un giocattolo che parla: “Vuoi veramente che qualcuno ti legga una storia?” “ Lo voglio, sì” “E tuo padre e tua madre non possono leggertela?” “No" “Mi paiono un po' inutili questi genitori" “Esatto, non servono a niente” dissi indispettito “Se sono così inutili posso prenderli io? In cambio ti racconterò una storia”, feci sì col capo “Bene, ti prometto che a mezzanotte e un minuto verrò io a leggerti una storia.” E qualcuno, un minuto dopo mezzanotte, arrivò davvero a leggermi una storia per farmi addormentare.
.
Illustrazione di @c.era.gira.volta
.
#88bestie #Satanacheleggeunastoria #Satana #love #raccontobreve
#81 #biancoenero #bestiario #bestiariodistorie #diariodibestie #creature #catalogo #illustrazione #illustrations #editorecercasi #instagramfadavveroschifo

Questa è la bestia #81 , Satana che legge una storia (VIII) . Mi ricordo da piccolissimo un giorno strano. Era notte, a dire il vero. Volevo andare a dormire, ma, per non so quale bollore d'infante, desideravo sentire una storia, per avviarmi lento come una goccia di latte al sonno. Mio padre, che di solito me le raccontava, era un po' indaffarato di là a smontare un iniettore e mia madre, che con tutto il cuore voleva raccontarmela, soffriva proprio quella sera lì di un calo di ferro e di zuccheri e non riusciva a tenere gli occhi aperti. Rimasi allora al buio con mia madre addormentata sul divanetto e mio padre che faceva risuonare la casa di echi metallici. Non sapevo leggere, e all'epoca ero troppo piccolo per sapere cosa fosse anche sono un libro, una pagina, una frase, una parola. Sapevo solo che volevo una storia. Volevo che qualcuno tirasse fuori un raccontino per me e per le mie orecchie. Lo volevo con tutte le mie piccole forze e lo desiderai così tanto che, non so per quale combinazione di nere stelle, divennero le forze di uno scimmione, di un energumeno, di un gigante. Sentii allora una vocetta buffa buffa, come di un giocattolo che parla: “Vuoi veramente che qualcuno ti legga una storia?” “ Lo voglio, sì” “E tuo padre e tua madre non possono leggertela?” “No" “Mi paiono un po' inutili questi genitori" “Esatto, non servono a niente” dissi indispettito “Se sono così inutili posso prenderli io? In cambio ti racconterò una storia”, feci sì col capo “Bene, ti prometto che a mezzanotte e un minuto verrò io a leggerti una storia.” E qualcuno, un minuto dopo mezzanotte, arrivò davvero a leggermi una storia per farmi addormentare. . Illustrazione di @c.era.gira.volta . #88bestie #Satanacheleggeunastoria #Satana #love #raccontobreve #81 #biancoenero #bestiario #bestiariodistorie #diariodibestie #creature #catalogo #illustrazione #illustrations #editorecercasi #instagramfadavveroschifo - 1 day ago

309 Likes
1 Comments
0
Pasqua

Pasqua - 1 day ago

18 Likes
2 Comments
0
🌹🌚#Repost @ottantottobestie
• • • • • •
Questa è la bestia #9, Sandro (degli Orrori) (IIII)
.
Angelo caduto e settimo dei 72 spiriti di Salomone. All'inferno Sandro è un marchese forte e potente, dal gusto raffinato. Appare come un lupo, ma al comando del Mago, può prendere forma di uomo. Riferisce accuratamente di fatti passati e futuri. Fa innamorare uomini e donne, seda le disarmonie tra gli amici, uccide a distanza i nemici. All'inferno comanda 40 legioni di demoni, al bar si fa sempre offrire.
.
Illustrazione di @adalgisamasella
.
#88bestie #Sandro #Salomone #bar #banconedabar #Orrori #raccontobreve #9 #instagramfadavveroschifo

🌹🌚#Repost @ottantottobestie • • • • • • Questa è la bestia #9 , Sandro (degli Orrori) (IIII) . Angelo caduto e settimo dei 72 spiriti di Salomone. All'inferno Sandro è un marchese forte e potente, dal gusto raffinato. Appare come un lupo, ma al comando del Mago, può prendere forma di uomo. Riferisce accuratamente di fatti passati e futuri. Fa innamorare uomini e donne, seda le disarmonie tra gli amici, uccide a distanza i nemici. All'inferno comanda 40 legioni di demoni, al bar si fa sempre offrire. . Illustrazione di @adalgisamasella . #88bestie #Sandro #Salomone #bar #banconedabar #Orrori #raccontobreve #9 #instagramfadavveroschifo - 2 days ago

82 Likes
7 Comments
0
☕️"Sorseggiando un caffè greco par di scorgere una figura nei fondi limacciosi...La caffeomanzia: così ne ho immaginato l'inizio!" 4 minuti di lettura per un altro #raccontobreve 📇 link in bio! 
Pronti per un caffè? 😋
.
.
.
.
.
.
.
#raccontostorie #raccontobreve #trailthewhale #caffè #storiabreve #storia #caffeomanzia #leggerefabene #ioleggoperché #ioleggoacasa #igersitalia

☕️"Sorseggiando un caffè greco par di scorgere una figura nei fondi limacciosi...La caffeomanzia: così ne ho immaginato l'inizio!" 4 minuti di lettura per un altro #raccontobreve 📇 link in bio! Pronti per un caffè? 😋 . . . . . . . #raccontostorie #raccontobreve #trailthewhale #caffè #storiabreve #storia #caffeomanzia #leggerefabene #ioleggoperché #ioleggoacasa #igersitalia - 2 days ago

14 Likes
0 Comments
0
Paranoia: Owen Grady

Come si distingue la fantasia dalla realtà se la linea che le separa svanisce?

#iorestoacasa❤️ #leggiamoacasa

Paranoia: Owen Grady Come si distingue la fantasia dalla realtà se la linea che le separa svanisce? #iorestoacasa ❤️ #leggiamoacasa - 2 days ago

13 Likes
1 Comments
0
#tiraccontodacasa - Nasce il contest di scrittura lanciato dall’Associazione Civita​ per la selezione di racconti brevi e pensieri/riflessioni originali, in lingua italiana e in prosa o in versi, sul tema del “restare a casa”, con l’obiettivo di creare “memoria” della situazione eccezionale che stiamo vivendo al tempo del Covid-19. Maggiori informazioni su @teatrionline - www.teatrionline.com/2020/04/tiraccontodacasa
------
@civita_social #civita #associazionecivita #contest #scrittura #writing #racconti #racconto #raccontibrevi #raccontobreve #pensieri #riflessioni #restareacasa #cultura #culture #evento event #covi̇d_19 #coronavirus #iorestoacasa #teatrionline

#tiraccontodacasa - Nasce il contest di scrittura lanciato dall’Associazione Civita​ per la selezione di racconti brevi e pensieri/riflessioni originali, in lingua italiana e in prosa o in versi, sul tema del “restare a casa”, con l’obiettivo di creare “memoria” della situazione eccezionale che stiamo vivendo al tempo del Covid-19. Maggiori informazioni su @teatrionline - www.teatrionline.com/2020/04/tiraccontodacasa ------ @civita_social #civita #associazionecivita #contest #scrittura #writing #racconti #racconto #raccontibrevi #raccontobreve #pensieri #riflessioni #restareacasa #cultura #culture #evento event #covi ̇d_19 #coronavirus #iorestoacasa #teatrionline - 2 days ago

5 Likes
0 Comments
0
load more posts
2019 - © Deskgram. All rights reserved.